Il sito web Futuro Consapevole nasce nel 2017 come progetto del Rotary Club Firenze Brunelleschi.

L’intenzione era quella di realizzare uno strumento di conoscenza a disposizione degli studenti delle Scuole Medie Superiori per capire le dinamiche dei processi economici avvenuti negli ultimi 25 anni ed individuare i cambiamenti intervenuti nel mondo del lavoro.
Tutto questo per aiutare i giovani italiani a fare scelte consapevoli riguardo alla loro futura professione ed ai relativi percorsi scolastici necessari per realizzarla.
Il progetto, Patrocinato dal Comune di Firenze e dalla Camera di Commercio, ha raccolto l’interesse e la fattiva collaborazione di Confindustria e di tre scuole medie superiori fiorentine il Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci, il Liceo Classico Michelangiolo e l’Istituto Tecnico Meucci.
L’impegno di questi soggetti  ed il lavoro di decine di studenti  delle classi 4^ C Liceo Michelangiolo, 4^ B scienze applicate e 3^ A del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci e 4^ B dell’Istituto Tecnico Industriale Antonio Meucci, all’interno del modello “Alternanza Scuola/Lavoro”, ha reso possibile la costruzione del sito Futuroconsapevole.it ed il suo rilascio alla pubblica utenza.
Con l’apertura del sito web alla consultazione in internet, il Rotary Club Firenze Brunelleschi considera esaurito il suo compito e lascia agli altri soggetti (Confindustria e Sistema Scolastico) normalmente impegnati nella realizzazione delle attività connesse all’ “Alternanza Scuola/Lavoro” il compito di aggiornarlo e svilupparlo nei prossimi anni.
Infine il Rotary Club Firenze Brunelleschi spera che questa esperienza di forte ed appassionata collaborazione tra Società Civile, Sistema Scolastico ed Istituzioni possa produrre nel futuro ulteriori iniziative finalizzate all’arricchimento ed alla crescita culturale e personale dei  giovani studenti.

Privacy policy

ROTARY CLUB FIRENZE BRUNELLESCHI

Il Rotary è una rete globale di oltre 1 milione di uomini e donne intraprendenti, amici, conoscenti, professionisti ed imprenditori che credono in un mondo dove tutti i popoli, insieme, promuovono cambiamenti positivi e duraturi nelle comunità vicine, in quelle lontane, in ognuno di noi.

I soci del Rotary operano condividendo la responsabilità di passare all’azione per risolvere i problemi più pressanti del mondo.
Gli oltre 35.000 Rotary Club distribuiti in tutti i continenti, sono impegnati a promuovere la pace, combattere le malattie, fornire acqua e strutture igienico sanitarie, proteggere madri e bambini, sostenere l’istruzione, sviluppare le economie locali.
Come rete globale che si sforza di creare un mondo in cui le persone si uniscono e agiscono per realizzare cambiamenti duraturi, il Rotary valorizza la diversità e celebra i contributi di persone di ogni estrazione sociale, indipendentemente da età, etnia, razza, colore, capacità, religione, stato socio-economico, cultura, genere e orientamento sessuale.
In coerenza con tutto ciò, singoli rotariani raccolti in Club prevalentemente a base territoriale, oltre ad avere l’ideale di servizio alla base della loro azione, devono essere caratterizzati da elevati principi morali nello svolgimento delle attività professionali e promuovono, in sinergia con gli altri rotariani e le istituzioni, qualsiasi iniziativa che possa soddisfare il miglioramento materiale e culturale della propria comunità.

Confindustria Firenze è la principale organizzazione rappresentativa delle imprese manifatturiere e di servizi della provincia fiorentina.

Componente territoriale di Confindustria, l’associazione fiorentina rappresenta, nei confronti delle parti sociali e delle istituzioni, tutta l’industria presente sul territorio in modo trasversale tenendo conto dei diversi settori merceologici di operatività delle aziende, da quelle tradizionali manifatturiere a quelle del terziario innovativo, fino al turismo.
Oltre a fornire servizi di informazione, orientamento, assistenza e consulenza ai propri associati, Confindustria Firenze si propone di contribuire, insieme alle istituzioni politiche del territorio e alle organizzazioni economiche, sociali e culturali alla crescita economica e al progresso sociale dell’area metropolitana e del Paese.

Indipendente, apartitica e senza fini di lucro.

    • Rappresenta e tutela le imprese produttrici di beni e/o servizi nei confronti delle istituzioni, amministrazioni pubbliche, delle organizzazioni economiche, politiche, sindacali e sociali
    • Promuove la cultura dello sviluppo e dell’impresa
    • Favorisce l’informazione, la conoscenza e la cultura come strumenti di progresso economico-sociale
    • Favorisce lo sviluppo delle attività imprenditoriali

Il Liceo classico Michelangiolo

Nato oltre cento anni fa, occupa tuttora la sede originaria nel centro storico di Firenze e ha il maggior numero di iscritti fra i licei di analogo indirizzo della provincia.

 

Il corpo insegnante, in gran parte stabile, consente la continuità didattica e la programmazione pluriennale. L’ubicazione in via della Colonna permette sia un facile accesso alla scuola col trasporto pubblico (compreso quello ferroviario), sia la piena fruizione del patrimonio culturale e artistico della città (vedi La Sala del Perugino, breve storia) e l’inserimento nella programmazione didattica di visite a musei, biblioteche, monumenti. La scuola si ispira a principi di uguaglianza, vuole educare alla civile convivenza democratica e alla tolleranza, offre pari opportunità per tutti senza discriminanti di qualunque natura, si adopera per il superamento di situazioni di difficoltà grave e di disagio, riconosce il diritto di scelta alle famiglie ed evita criteri di ambito territoriale nelle iscrizioni degli alunni. Gli alunni iscritti provengono sia dal centro storico che dalle periferie e dai comuni intorno alla città(soprattutto dalle zone sud-est e nord-ovest). Spesso gli alunni sono fratelli o figli di ex alunni, che sono rimasti legati alla loro scuola e chiedono al Michelangiolo di continuare a svolgere la funzione che ha sempre svolto: coniugare il valore della formazione classica con le esperienze innovative più recenti. Proprio nell’intento di venire incontro a queste esigenze, dal 1974 furono introdotti profondi cambiamenti nell’insegnamento della matematica nonché la sperimentazione dell’insegnamento di storia dell’arte a partire dalla IV ginnasio.
L’avvio del riordino dei cicli nell’a.s. 2009/2010 ha sancito la fine delle sperimetazioni,togliendo alla scuola una delle sue peculiarietà.
A partire dall’a.s. 2012/2013 il Collegio dei Docenti,con progetto autonomo, ha deliberato la reintroduzione di una sezione con Potenziamento della matematica ed una con il Potenziamento della Storia dell’Arte.L’intento di coniugare la tradizione umanistica con le innovazioni richieste dal progresso scientifico e l’apertura alle nuove esigenze sociali ed economiche offrono agli studenti, sorretti da adeguate basi propedeutiche, la possibilità di scelta tra tutti gli indirizzi universitari. Se vuoi leggere la storia del nostro Liceo clicca qui

Il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci

NatoCon R.D. del 9 settembre 1923 n° 1915, veniva istituito in Firenze il primo Liceo Scientifico della Toscana, e tra i primi licei scientifici d’Italia: “Il più bel fiore nel campo scolastico offerto dal nuovo indirizzo dato […] all’istruzione pubblica” (La Nazione, 30-9-1923). Il Collegio dei Docenti, riunitosi il 29 giugno 1924,  deliberò che il Liceo venisse intitolato a Leonardo da Vinci e il 28 agosto dello stesso anno il Ministero della Pubblica Istruzione ratificò con R.D. la scelta dei docenti.

 

Il Liceo, ubicato prima in via della Colonna, poi  provvisoriamente in altre sedi,  nel 1959 ha trovato collocazione  in Via Giovanni de’ Marignolli 1, ed è facilmente raggiungibile grazie alla tramvia (Liceo da Vinci Buonsignori). Occupa interamente un edificio a quattro piani, costruito appositamente per tale destinazione d’uso, indipendente e circondato da spazi esterni di pertinenza esclusiva; in un corpo di fabbrica affiancato si trovano la palestra, i campi sportivi e la piscina con relativi ambienti di servizio.
Tutte le aule sono dotate di attrezzature multimediali. Sono inoltre presenti, oltre alla Biblioteca con materiali librari e multimediali, il Museo Scientifico storico,  Laboratori per Informatica,  Biologia, Chimica, Fisica e aule attrezzate per Disegno.
Tutti questi luoghi rappresentano simbolicamente il rapporto osmotico tra i vari ambiti disciplinari,  in particolare tra quello  umanistico letterario e scientifico, volti a tradurre in concrete esperienze la ricca progettualità che anima la vita culturale dell’Istituto.
Un segno distintivo dell’attività didattica è, ed è sempre stata, infatti la ricerca di un equilibrio tra didattica tradizionale  da un lato e sperimentazione, attività integrative, laboratoriali dall’altro, tese  congiuntamente all’orientamento, a far emergere o rafforzare negli studenti la consapevolezza di capacità, talenti, vocazioni.
A dimostrare, infine, la vivacità e la pluralità della vita culturale dell’Istituto, è da segnalare  l’associazione Amici del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci, recentemente fondata,  che si prefigge di promuovere e sviluppare i rapporti tra gli ex allievi del Liceo e gli attuali discenti e docenti,  realizzando progetti e favorendo scambi di esperienze tra il mondo del lavoro  e quello della scuola.

Istituto Tecnico Industriale Statale Antonio Meucci – Firenze

 

Istituito nel 1964, inizialmente con la sola specializzazione di Meccanica, l’I.T.I.S. “A.Meucci” ha potuto disporre dell’attuale sede nell’anno successivo; a partire dal 1969 si è arricchito della specializzazione di Elettronica Industriale e dal 1972 della specializzazione Elettrotecnica. L’indirizzo Informatico si è aggiunto nell’anno scolastico 1982/83 e infine, nell’anno 2010, è stata avviata l’indirizzo Trasporti e Logistica. L’Istituto, coerentemente con il suo ruolo istituzionale, ha stabilito e mantenuto contatti sistematici e funzionali con le industrie (piccole, medie e grandi) presenti nel territorio attraverso: Visite guidate sui luoghi di lavoro Lezioni integrative tenute da esperti della produzione, distribuzione e marketing Conferenze sull’organizzazione della produzione industriale Stages nelle aziende

Nel tempo il mondo del lavoro ha anche espresso alla scuola le proprie esigenze, che via via si andavano modificando, durante i frequenti processi di riorganizzazione: siamo così passati, dalla richiesta di tecnici strutturati e già formati su specifiche tecnologie, a quella di nuove figure professionali, più flessibili, in grado di aggiornarsi ed eventualmente riconvertirsi. Oltre alla preparazione tecnica specifica, le richieste si sono sempre più indirizzate quindi verso la capacità di utilizzazione dei più aggiornati strumenti informatici, la conoscenza della lingua inglese, la capacità di documentazione e di lavoro in team, le capacità di rapporto con gli altri e di comunicazione. In questo contesto la scuola, pur rimanendo all’interno del suo ruolo fondamentale di luogo di formazione di cittadini consapevoli e critici, ha saputo sempre interpretare e soddisfare queste esigenze.Negli ultimi anni stanno cambiando con continuità sia le metodologie didattiche (didattica per competenze e didattica laboratoriale), sia i rapporti con le aziende e le istituzioni locali, in uno stretto dialogo con il mondo delle imprese. Vengono organizzate conferenze e lezioni tenute da tecnici ed esperti su argomenti specifici quali sicurezza, imprenditorialità e strutture tecnologicamente avanzate.

 

L’Istituto è diventato modello di riferimento nazionale con i progetti di Alternanza Scuola- Lavoro in orario curriculare (apprendistato con Enel, centro di eccellenza sul trasporto ferroviario con Ferrovie dello Stato, progetto pluriennale con Gucci-Logistics, progetto biennale con General Electric, progetto di una Academy con New Value) con un notevole aumento del numero di studenti che partecipano a questi percorsi. L’Istituto è stato prescelto dal Ministero della Pubblica Istruzione come Polo Scolastico Regionale, per la capacità di corrispondere pienamente alle richieste del mondo del lavoro e per la possibilità data a molti suoi allievi, di un agevole proseguimento negli studi universitari. L’Istituto si è anche caratterizzato come punto di riqualificazione e formazione per il personale tecnico delle aziende, cosa che ha ulteriormente rafforzato le relazioni di reciproca conoscenza e stima, con evidente vantaggio per i nostri diplomati in cerca di occupazione. Sono aumentate all’interno dell’Istituto le iniziative ed i progetti:
    • per diminuire la dispersione scolastica
    • per l’accoglienza e l’integrazione di alunni stranieri
    • per l’informazione sulla prevenzione di comportamenti a rischio
    • per aumentare l’uso delle tecnologie informatiche anche nello studio delle materie umanistiche
    • per migliorare della conoscenza della lingua inglese (preparazione degli studenti agli esami PET; attuazione del CLIL, cioè l’insegnamento al quinto anno di contenuti disciplinari in lingua inglese)
 
Sensibile al continuo evolversi delle tecnologie di comunicazione, dall’anno scolastico 2013/2014 l’Istituto ha introdotto il registro elettronico ed ha realizzato un sistema telematico con una rete intranet e internet (www.itismeucci.gov.it) che regola l’attività della scuola e che consente:
    • agli utenti, sia alunni che genitori, di consultare agevolmente i registri di classe
    • agli studenti e alle famiglie di accedere alle attività dell’Istituto e alla modulistica
    • alle famiglie di poter avere facili comunicazioni con i docenti
    • ai docenti di comunicare tra di loro e con gli studenti
    • alle aziende di avere una veloce comunicazione con la scuola